La Voce del Violino
 
La Voce del Violino
Scopo del gioco
Novità
Contenuti
Requisiti di sistema
Promo
Acquista
Credits
Il Progetto Editoriale
I riconoscimenti
I commenti dei giocatori
I commenti della stampa
Il N°1 – Il cane di Terracotta
Il N°2 – Il Ladro di Merendine
<
Alcuni dei commenti dei giocatori
TuttoLibri - La Stampa - 21 Aprile 2001 - Alessandra C

Può un videogioco avvincente nascere a Palermo? Certo! "Il cane di terracotta", cartone animato interattivo, edito da Sellerio, realizzato dalla IM*MEDIA, è la prova in bit che quando si hanno a disposizione belle idee, una sceneggiatura ottima, splendide voci e artisti talentuosi, non occorrono budget miliardari.
"Il cane di terracotta" è una svolta nel mondo dell'editoria multimediale, la fantasia in questo caso, scavalca il silicio come un vento che profuma d'arancio, trasportandoci in Sicilia. Poche modifiche sono state introdotte al testo di Andrea Camilleri, le voci sono belle e ben registrate accompagnate da una riuscita colonna sonora originale. L'interfaccia è un capolavoro di semplicità punta-clicca(..)
Questo titolo è poesia, la più forte delle realtà virtuali.


Zapping - Linea Grafica Maggio/Giugno 2002

Questa prova di buona editoria e di buona grafica multimediale (Il Ladro di Merendine) ci dice che non è finito nel nulla il sogno dei pionieri della progettazione di artefatti per l'editoria interattiva; che vanno proposti con accortezza nuovi formati perché si affermino nuove tipologie che vadano oltre il libro per supportarlo senza scarti di stile.


Grazia Casagrande - Alice.it

Un romanzo di un autore di culto come Camilleri è diventato ben più che la traccia per un videogioco: si può anzi dire che è il romanzo stesso che si anima e prende voce.


Pc Open - Giugno 2001 - Daniela Dirceo

Il cane di terracotta ha una grafica raffinata e una colonna sonora suggestiva ed è stato premiato recentemente al Salone del libro per ragazzi di Bologna con il New Media Prize Award. Pennellate di colore suggeriscono il mare e la campagna di Vigata mentre il viso di un commissario Montalbano molto mascolino è tutto rilevato da ombre e luci. A margine del gioco vero e proprio ce n'è poi un altro, ugualmente interessante, che è la ricerca e la scoperta di un linguaggio, di parole e modi di dire che definiscono l'universo di Vigata, che è poi il luogo tipico della sicilianità. Il giocatore ha a disposizione un dizionarietto vigatese-italiano di gustosissima lettura che lo può aiutare, tra l'altro, a leggere questo e altri romanzi di Camilleri. E altrettanto gustose sono le ricette della cucina siciliana che il commissario frequenta durante la vicenda


Carnet - Marzo 2001 - Ciro Ascione

Chi gioca al "Cane di terracotta" deve pensare, agire, parlare come Salvo Montalbano, il celebre poliziotto ideato da Camilleri.
È la prima volta in Italia che un testo letterario viene trasformato in un videogioco (o, come specificano gli autori, in un cartone animato interattivo).
La fedeltà alla pagina scritta è superiore che in qualsiasi adattamento cinematografico, e chi porta a termine i gioco può tranquillamente dire di aver letto il libro.


La Repubblica delle Donne - 27 Marzo 2001 - Valeria Vantaggi -

Dopo gli sparatutto e le carambole sportive, i videogiochi adesso arruolano tra i loro artefici maghi del plot: Michael Crichton, Andrea Camilleri, Paulo Coelho, Tom Clancy. C'è chi parla di "videogioco d'autore". Le due aziende Microïds e Cyro hanno, infatti, firmato un accordo proprio per valorizzare il settore. Anche l'Italia procede sulla stessa scia, benché con un stile più "elitario". È la casa editrice siciliana Sellerio a fare il primo passo con la pubblicazione di Il cane di terracotta, tratto dall'omonimo romanzo di Andrea Camilleri, che della casa editrice è l'invidiato best sellerio "Il criterio che abbiamo seguito è stato quello della massima fedeltà: abbiamo lasciato i dialoghi tali e quali a quelli del romanzo Camilleri ne è rimasto entusiasta".

 
 
Sellerio editore Palermo - Ideazione e realizzazione IM*MEDIA - Privacy policy